venerdì 27 marzo 2015

Calcio Giovanile: Campionato Provinciale FIGC Esordienti 2014/15


ASD REAL OLIMPIA GRAVINA - ASD AGON CLUB ALTAMURA
Sabato 28 marzo 2015
ore 16,00
Campo Sportivo “Comunale”
Gravina in Puglia (BA)

arbitri Cipriani Michele, Damiani Michele (II) e Santorsola Antonio
(sez. Arbitri “Silvium” Gravina)

2° Campionato Serie A “Sporting Club” di Calcio a 5


Calcio Giovanile: Campionato Provinciale FIGC Esordienti 2014/15


ASD STELLE DEL CALCIO GRAVINA - ASD FEDERICIANA ALTAMURA
Sabato 28 marzo 2015
ore 17,30
Campo Sportivo “Grottesolagne”
Gravina in Puglia (BA)

arbitro Marchese Vito
(sez. Arbitri “Silvium” Gravina)

7° Campionato CSI Open di calcio a 7


giovedì 26 marzo 2015

Designazioni internazionali Uefa Euro 2016


29/03/2015
Portogallo - Serbia
Stadio: "Estádio do Sport Lisboa e Benfica" - Lisbona (POR) 
Uefa Euro 2016 - Qualificazioni - Girone I
ARBITRO: Gianluca ROCCHI
Assistente Arbitrale 1: Elenito DI LIBERATORE
Assistente Arbitrale 2: Gianluca CARIOLATO
AAR 1: Paolo TAGLIAVENTO
AAR 2: Daniele ORSATO
IV Ufficiale: Matteo PASSERI

mercoledì 25 marzo 2015

A Vicenza si gioca l’amichevole Italia-Irlanda



ROMA - Dopo il Mondiale disputato - per la prima volta - lo scorso dicembre in Messico e concluso con la sconfitta ai rigori contro Haiti agli ottavi di finale, la Nazionale Calcio Amputati CSI torna in campo sabato 28 marzo in un’amichevole internazionale contro l’Irlanda, che si svolgerà a Longare (Vicenza), allo stadio “Dei Martinelli” con calcio d’inizio alle 16. Oltre al calcio giocato, divertimento e istruzione accompagneranno le giornate di venerdì e di sabato: nella mattinata di venerdì, infatti, alcuni giocatori della Nazionale incontreranno gli studenti dell’Istituto comprensivo “Bizio” a Longare e a Castegnero per affrontare l’importante tema dell’inclusione di cui la Nazionale rappresenta un esempio perfetto. Venerdì pomeriggio alle ore 16 si svolgerà un allenamento a porte aperte per entrambe le Nazionali nello stadio di Longare, mentre sabato mattina è in programma un allenamento di rifinitura prima della partita.

Questi i convocati dal Ct Renzo Vergnani per questo match: Daniel Priami, Salvatore Iudica, Riccardo Tondi, Arturo Mariani, Stefano Starvaggi, Paolo Capasso, Emanuele Padoan, Francesco Messori, Daniele Piana, Gianni Sasso, Luca Zavatti, Roberto Sodero.
Le novità delle convocazioni rispetto alla spedizione messicana sono il leccese Roberto Sodero e Daniele Piana, bergamasco di Bariano, aggregato da poco alla Nazionale. Assenti per infortunio Emanuele Leone e Salvatore La Manna.

Sarà un momento aggregativo di forte valenza sociale, quello della manifestazione di Longare. Le Nazionali, infatti, saranno ospiti di alcune Associazioni locali per le cene di venerdì e sabato. In particolare, sabato sera dopo la partita, presso la “Baita di Castegnero”, sarà organizzata una festa con cena per tutti i sostenitori e simpatizzanti della Nazionale.
Intanto proprio a Dublino, nei giorni scorsi, è stata fondata la EAFF, la “Federazione Europea del Calcio per Amputati”. Un momento storico per questa disciplina, che ha potuto beneficiare anche del contributo economico dell’UEFA. Alla presidenza dell’EAFF è stato eletto Mateusz Widlak (Presidente della Federazione Polacca). A Dublino era presente anche la delegazione del Centro Sportivo Italiano, rappresentata da Anna Manara, Responsabile Nazionale Sport Disabili del CSI, la dirigente della Nazionale Francesca Mazzei e il ct Renzo Vergnani.

«E’ motivo di grande soddisfazione aver contribuito a dare vita ad un nuovo organismo internazionale – spiega Anna Manara -  che valorizza il cammino che tanti Stati europei hanno fatto e stanno facendo per far sì che anche il calcio non abbia barriere costituite da una disabilità di chi lo pratica. Sport per tutti e a misura di ciascuno: lo slogan principe del CSI ha superato così i confini nazionali. Felice anche per l'elezione di Mateusz Widlak: presidente amico, ragazzo giovane, preparato e intraprendente. Il CSI conferma ancora una volta la sua vocazione ad andare oltre le barriere e oltre i confini».

fonte csi-net.it

Clericus Cup, la Spagna è ai quarti

ROMA - Sorprese pre-pasquali alla Clericus Cup, con la qualificazione ai quarti di finale della Spagna dopo tre anni vissuti calcisticamente in purgatorio. Nello scontro decisivo la Roja vaticana ha battuto 1-0 il Brasile con una rete di don Rodriguez Morano. Al fischi finale è Fiesta grande nel Collegio d'Espana di San Josè, dove i seminaristi hanno festeggiato con sangria e barbacoa. Oltre al 'matador' di giornata, don Morano, sacerdote di Madrid, gli artefici del successo, oltre al carismatico don Juan Iniesta, originario della Mancia e allenatore-giocatore, oltre che parente dell'asso del Barcellona, sono stati il portiere Isaac Moreno Sanz (due parate decisive) e l'attaccante Ivan Cote Benitez. Nel G8 delle qualificate c'è anche l'Istituto San Pietro, del cannoniere Edwin Salnitro. A tifare San Pietro, a bordocampo, c'era Angelo Peruzzi. L'ex portiere di Roma, Juve, Inter e Lazio era assieme agli amici don Santino Giulianelli e don Pino Curre. L'amicizia è nata nella sua Blera, cittadina in provincia di Viterbo, dove frequenta da anni la parrocchia di don Santino.

Dopo l’ultimo turno di regular season sono ormai noti i nomi delle 8 sorelle iscritte di diritto al G8 della Clericus Cup. Nell’urna del sorteggio sono entrate: North American Martyrs, Gregoriana, Istituto Teologico San Pietro, Sedes Sapientiae, Mater Ecclesiae, Redemptoris Mater, i campioni in carica del Collegio Urbano e appunto la rivelazione del Collegio Spagnolo.

Sabato 28 marzo a partire dalle ore 18:50 su TV2000, la trasmissione “Sport 2000” condotta da Giampiero Spirito ospiterà i sorteggi dei quarti di finale della nona edizione della Clericus Cup. In diretta, con alcuni fra i protagonisti del Mondiale della Chiesa, gli abbinamenti fra le 4 qualificate come prime e le 4 qualificate come seconde dei gironi, che scenderanno in campo sabato 18 aprile. Tv2000 è visibile sul ch. 28 del digitale terrestre e sul ch. 140 di Sky.

fonte csi-net.it

Campionato open a 7 “Caputo Soccer Club”


martedì 24 marzo 2015

Michel Platini rieletto Presidente UEFA

VIENNA (Austria) - Il Presidente UEFA Michel Platini è stato rieletto per un terzo mandato quadriennale durante il XXXIX Congresso Ordinario UEFA di Vienna. Il signor Platini, unico candidato, è stato eletto per acclamazione dai delegati delle 54 federazioni affiliate alla UEFA.

Il francese era stato eletto Presidente UEFA per la prima volta al XXXI Congresso Ordinario UEFA di Dusseldorf nel gennaio del 2007 e poi rieletto durante il XXXV Congresso Ordinario UEFA di Parigi.

Il signor Platini ha ringraziato le federazioni nazionali europee per la fiducia che continuano a dimostrargli. "Grazie ... grazie mille - ha detto -. Grazie per la vostra fiducia e per il vostro gentile sostegno. Per me significa molto di più di quanto possiate immaginare.

"Sono orgoglioso di essere un vostro compagno di squadra, orgoglioso di essere il capitano di questa squadra vincente e orgoglioso dei nostri traguardi - ha aggiunto -. E non vedo l'ora di affrontare le sfide che ci attendono nei prossimi anni.

"So di poter contare su di voi. E voi sapete che potete contare su di me", ha enfatizzato il Presidente UEFA -. E' quel legame così stretto tra noi che ci rende così forti e che ci permette di predere decisioni così coraggiose – decisioni che pagano. Questa fiducia reciproca, questa democrazia partecipativa, è il nostro marchio di fabbrica, il nostro elemento caratteristico, e continueremo a lavorare in questo modo per i prossimi quattro anni. Avete la mia parola.

"Come sapete, la mia rielezione significa anche che continuerò a essere vice-presidente FIFA per altri quattro anni. Noi Europei vogliamo una FIFA forte – una FIFA rispettata e rispettabile – in quanto la FIFA è, e sarà sempre, la massima autorità calcistica, l'organo di governo più importante di questo sport.

"Spero di prendere le decisioni giuste al momento giusto durante il mio terzo mandato - il Presidente UEFA ha detto al Congresso di Vienna -. Sia per voi che per il calcio".

"E spero di farlo mentre cercherò di continuare a divertirmi come ho fatto negli ultimi otto anni. Perchè guidare questa fantastica istituzione non è solo un onore, è anche un piacere genuino giorno dopo giorno. E per questo posso solo ringraziarvi, ancora una volta".

fonte uefa.com

venerdì 20 marzo 2015

Calcio Giovanile: Campionato Provinciale FIGC Esordienti 2014/15


AC PROMOTION GRAVINA - ASD REAL OLIMPIA GRAVINA
Venerdì 20 marzo 2015
ore 15,00
Campo Sportivo “Grottesolagne”
Gravina in Puglia (BA)

arbitri Caputo Vincenzo Flavio, Laddaga Giuseppe e Santorsola Antonio
(sez. Arbitri “Silvium” Gravina)

martedì 17 marzo 2015

Designazioni internazionali Coppe Europee 2014/2015


17/03/2015
Club Atlético de Madrid (Spagna) - Bayer 04 Leverkusen (Germania)
Stadio: "Estadio Vicente Calderón" - Madrid (ESP)
Champions League - Ottavi di Finale - Gara di ritorno
ARBITRO: Nicola RIZZOLI
Assistente Arbitrale 1: Mauro TONOLINI
Assistente Arbitrale 2: Lorenzo MANGANELLI
AAR 1: Luca BANTI
AAR 2: Antonio DAMATO
IV Ufficiale: Alessandro COSTANZO




18/03/2015
FC Barcelona (Spagna) - Manchester City FC (Inghilterra)
Stadio: "Camp Nou" - Barcellona (ESP) 
Champions League - Ottavi di Finale - Gara di ritorno
ARBITRO: Gianluca ROCCHI
Assistente Arbitrale 1: Elenito DI LIBERATORE
Assistente Arbitrale 2: Gianluca CARIOLATO
AAR 1: Paolo TAGLIAVENTO
AAR 2: Daniele ORSATO
IV Ufficiale: Alessandro GIALLATINI

martedì 10 marzo 2015

Designazioni internazionali Coppe Europee 2014/2015


10/03/2015
Villarreal CF (Spagna) - Sevilla FC (Spagna)
Stadio: "Estadio El Madrigal" - Villarreal (ESP) 
Europa League - Ottavi di finale - Andata
ARBITRO: Daniele ORSATO
Assistente Arbitrale 1: Alessandro GIALLATINI
Assistente Arbitrale 2: Alessandro COSTANZO
AAR 1: Paolo MAZZOLENI
AAR 2: Paolo VALERI
IV Ufficiale: Riccardo DI FIORE

lunedì 9 marzo 2015

“Gazzetta Cup con Ringo”, 40mila partecipanti per la 7^ edizione


MILANO - “ Gazzetta Cup con Ringo” cresce ancora: dopo il record di partecipanti raggiunto l’anno scorso, con 35mila giovani calciatori che hanno giocato sui campi di tutte le regioni italiane, quest’anno le iscrizioni al torneo realizzato da La Gazzetta dello Sport in collaborazione con Centro Sportivo Italiano e Ringo hanno raggiunto quota 40mila. Cifra che, oltre a proseguire l’aumento esponenziale avvenuto nelle sei precedenti edizioni, conferma “Gazzetta Cup con Ringo” (la cui partecipazioneè libera e gratuita) quale più grande torneo di calcio d’Italia per ragazzi dagli 8 ai 12 anni.

La Gazzetta dello Sport e Ringo formano una combinazione ideale, fatta di gioco, divertimento e professionalità. Due brand che credono e si impegnano fortemente a favore dei giovani e dei valori positivi dello sport e che hanno deciso di intraprendere questo percorso al fianco del Centro Sportivo Italiano, ente di promozione sportiva che sui giovani e sui valori positivi dello sport ha costruito la propria filosofia. Quest’anno entra in squadra, come partner tecnico, anche Macron: l’azienda bolognese infatti fornirà abbigliamento e attrezzature sportive ai ragazzi iscritti.

La settima edizione del Torneo è stata presentata stasera a Milano, nella Sala Indro Montanelli, in via Solferino. Alla conferenza stampa hanno partecipato il Direttore de La Gazzetta dello Sport Andrea Monti, il Responsabile Marketing de La Gazzetta dello Sport Fabio Napoli, il Presidente del CSI Nazionale Massimo Achini, il Vice President Marketing Italy Pavesi, Grancereale & Wasa Matteo Pauri e l’Amministratore Delegato di Macron Spa Gianluca Pavanello. Ospiti della serata i giocatori di Serie A Stephan El Shaarawy (Milan),  George Puscas (Inter) e Daniele Baselli (Atalanta), che hanno risposto alle domande di una cinquantina di giovanissimi capitani di altrettante squadre giovanili del Milanese, fra le partecipanti a questa edizione di Gazzetta Cup con Ringo. Gli stessi capitani hanno omaggiato il Direttore Monti con un quadro fotografico, in segno di ringraziamento per l'opportunità di partecipare al Torneo. 

LE DICHIARAZIONI:
Andrea Monti (Direttore La Gazzetta dello Sport): “Tra le tante manifestazioni organizzate da La Gazzetta dello Sport, questa per noi rappresenta qualcosa di speciale e di unico, perché garantisce ai più giovani un diritto fondamentale, quello di divertirsi, e insegna loro quei valori meravigliosi di cui lo sport è portatore”

Fabio Napoli (Responsabile Marketing La Gazzetta dello Sport): “La cosa più bella di questo Torneo è vedere l’emozione negli occhi dei bambini quando entrano in campo. L’ingresso di Ringo, avvenuto nell’edizione scorsa, ha dato un grande valore aggiunto al Torneo. Quest’anno entra in “squadra” anche Macron, un altro partner che accresce ulteriormente la qualità di Gazzetta Cup”.

Massimo Achini (Presidente CSI Nazionale): "Gazzetta Cup con Ringo non è un semplice torneo, ma molto di più, perché sa far “esplodere” le potenzialità educative dello sport, accendere i riflettori sul "bello" che le società sportive realizzano quotidianamente in tutta Italia, tramutare in realtà i sogni dei ragazzi. Far giocare 40mila ragazzi sembrava una sfida impossibile, oggi è realtà. Voglio ringraziare di cuore il direttore Monti e tutti gli amici della Gazzetta dello Sport perché credono fortemente in questa straordinaria avventura educativa”.

Matteo Pauri (Vice President Marketing Italy Pavesi, Grancereale & Wasa): “Per Ringo essere parte di questo grande evento è assolutamente naturale, perché condividiamo da sempre la passione per il calcio come strumento di crescita e di aggregazione per i bambini. Anche quest’anno organizzeremo un’area merenda e divertimento con la nuova Ringo Quick Feet, e premieremo le squadre più corrette (Premio Fair Play) e i migliori giocatori (Premio Miglior Giocatore), che, oltre a ricevere il premio, diventeranno protagonisti di una campagna pubblicitaria su La Gazzetta dello Sport. E una grande novità: tutti i partecipanti alla finale potranno partecipare al casting per la nuova campagna Ringo 2015”.

Gianluca Pavanello (Amministratore Delegato Macron Spa): “Dopo le partnership con i grandi club del calcio internazionale, la decisione di affiancare La Gazzetta dello Sport in Gazzetta Cup rispecchia la nostra volontà di fare sempre più di Macron il brand leader riconosciuto nel mondo del calcio, dai grandi campioni ai giovanissimi che hanno appena approcciato questo sport”.

Stephan El Shaarawy (AC Milan): “La passione è fondamentale per realizzare i propri sogni. Io sono nato con la passione per il calcio e l’ho coltivata giorno dopo giorno, senza mollare mai, nonostante le difficoltà che mi si sono presentate di fronte nel percorso di calciatore. Ma per arrivare in alto non basta: oltre all’impegno è fondamentale l’umiltà. La vera vittoria è restare umili nonostante il successo". 

George Puscas (FC Internazionale): “Fin da piccolo sognavo di diventare un calciatore e già a quei tempi seguivo l’Inter dalla Romania. Trasferirmi in Italia non è stato facile, soprattutto i primi tempi, poi ho imparato la lingua e trovato nuovi amici. Ricordo benissimo l’esordio a San Siro: tanta emozione, poi però la concentrazione ha prevalso su tutto. Nel calcio, come nella vita, senza sacrifici non si ottiene nulla".

Daniele Baselli (Atalanta BC): “Da bambini è giusto giocare per divertirsi, anche se ogni torneo era una piccola sfida. Ricordo bene ciò che mi disse il primo allenatore, quando avevo sette anni, cioè che vestire la maglia dell’Atalanta significava prima di tutto dover tenere un comportamento esemplare. Il calcio mi ha aiutato a crescere: l’esperienza a Cittadella, lontano da casa, mi ha fatto maturare. I miei idoli? Baggio e Rui Costa, poi Pirlo". 

Il torneo è strutturato in due categorie: categoria Junior (nati nel 2005-2006) con squadre a 5 giocatori, e categoria Young (nati nel 2003-2004) con squadre a 7 giocatori. Il Torneo si articola in tre Fasi: Interne, Cittadine e Finale Nazionale.

Saranno dodici, dal 3 al 31 maggio, le città toccate dalle “ Fasi Cittadine” del Torneo: Bari, Bolzano, Cagliari, Catania, Como, Macerata, Milano, Napoli, Padova, Reggio Emilia, Roma e Torino. 

Gazzetta Cup con Ringo, dopo quattro anni, torna a Roma: mercoledì 10 giugno lo Stadio Olimpico, per la prima volta, ospiterà la Finale a 24 squadre (ovvero le 12 vincitrici delle Fasi Cittadine nelle due categorie). 

I PREMI E LE ATTIVITÀ RINGO 
Confermati, per ognuna delle Fasi Cittadine e per la Finale Nazionale, i prestigiosi premi Ringo (di squadra e individuali) per entrambe le categorie: il Premio Ringo Fair Play e il Premio Ringo al Miglior Giocatore del Torneo. La novità di quest’anno è rappresentata invece dal contest Ringo Quick Feet, un gioco nel quale potranno cimentarsi i ragazzi partecipanti a Gazzetta Cup e tutti i loro coetanei che vorranno prender parte a questa divertentissima sfida basata sulla rapidità e la precisione nel calciare il pallone. Il contest si svolgerà in occasione di tutte le Fasi Cittadine e della Finale Nazionale. In ognuna di esse verranno assegnati due premi per ciascuna categoria (Junior e Young): un completo da calcio Ringo e un pallone autografato da Stephan El Shaarawy andranno ai vincitori del contest; saranno inoltre messi in palio ed estratti a sorte, tra tutti i partecipanti, altri due palloni (uno per categoria) autografati da El Shaarawy.

fonte csi-net.it

Luca Colosimo, a 30 anni, muore in un incidente. Il cordoglio dell'AIA

ROMA - Ieri pomeriggio Luca Colosimo, 30 anni, aveva diretto Spal-Prato, la sua dodicesima gara di LegPro a Ferrara, e stava tornando a casa a Torino, quando per cause in corso di accertamento ha perso il controllo del veicolo. Luca ha perso la vita così, in nottata, in un tragico incidente stradale.
Il Presidente dell'AIA Marcello Nicchi, assieme al Vice Presidente ed ai Componenti del Comitato Nazionale, anche a nome dei 35.000 arbitri italiani esprimono profondo cordoglio e vicinanza ai familiari di Luca, ai colleghi della Sezione di Torino ed a tutta la "squadra" della CAN PRO.
Ai sentimenti di cordoglio si associano il Segretario ed il Vice Segretario dell'AIA, il Direttore Responsabile della Rivista "l'Arbitro", i Coordinatori e tutti i colleghi della redazione.

A seguito della richiesta formulata dall’AIA, la Federazione ha autorizzato un minuto di raccoglimento nelle gare in programma questa sera per i posticipi dei campionati di Serie A – Lazio/Fiorentina (ore 19,00) e Juventus/Sassuolo (ore 21,00); Serie B - Entella/Cittadella (oggi ore 20.30) e Modena/Catania (domani ore 18.30, recupero della 4° di ritorno); Lega PRO L’Aquila/Reggina (ore 19,00) ed in tutte le gare di Lega A, Lega B e Lega PRO che si svolgeranno da oggi e fino al turno del prossimo fine settimana. Un minuto di raccoglimento verrà osservato anche, nel prossimo fine settimana, in tutte le gare del C.R. Piemonte - Valle d'Aosta della Lega Dilettanti.

fonte aia-figc. it

martedì 3 marzo 2015

A Dublino è nata la EAFF - Il CSI nella Federcalcio europea delle Nazionali Amputati



DUBLINO (Irlanda) - Giornata storica per il calcio degli amputati. È infatti nata sabato 28 febbraio a Dublino la EAFF, la European Amputee Football Federation. Alla presenza di 10 dei 13 Stati europei aventi una Nazionale di calcio amputati, ovvero Italia, Francia, Spagna, Germania, Inghilterra, Polonia, Russia, Ucraina, Turchia oltre ai padroni di casa dell'Irlanda, si è tenuto il congresso elettivo. Dopo il saluto di John Delaney, presidente della FAI, la Federazione di calcio Irlandese,  la quale al suo interno riconosce pienamente anche il calcio amputati, la prima parte del Congresso è stata gestita da Oisin Jordan, coordinatore delle nazionali di calcio irlandese, fino ad arrivare al momento di eleggere i membri della presidenza. Presidente è stato eletto Mateusz Widlak, 28enne presidente della Federazione polacca, vice il turco Tufan Okturen e segretario generale Simon Baker della nazionale irlandese. Ha portato i saluti ed è stato presente all'intero congresso il delegato UEFA per le attività sociali Patrick Gasser. Il progetto della nascita e sviluppo della EAFF è stato infatti reso possibile, anche grazie ad un sostegno economico significativo (50.000 €) della UEFA stessa per questo primo anno e che, probabilmente sarà esteso per i successivi.

Discussi poi nel corso dell'intera giornata i vari punti all'ordine del giorno, tra cui gli obiettivi più importanti per il primo anno di vita del nuovo organismo internazionale. Ogni Stato presente, inoltre, ha raccontato brevemente la storia della propria Nazionale e così anche il Csi è stato protagonista in Europa con la bellissima favola della Nazionale Italiana Calcio Amputati.

"Grande soddisfazione per aver contribuito a dare vita ad un nuovo organismo internazionale – ha dichiarato la responsabile nazionale dello sport –disabili del Csi Anna Manara -  che valorizza il cammino che tanti Stati europei hanno fatto e stanno facendo per far sì che anche il calcio non abbia barriere costituite da una disabilità di chi lo pratica. Sport per tutti e a misura di ciascuno: lo slogan principe del Csi ha superato così i confini nazionali. Felice anche per l'elezione di Mateusz: presidente amico, ragazzo giovane, preparato, intraprendente. Csi oltre le barriere e oltre i confini". Presenti per la delegazione italiana anche Francesca Mazzei segretaria e dirigente squadra e mister Renzo Vergnani.

fonte csi-net.it